Millet: il miglior abbigliamento per il climbing

Con l’arrivo della bella stagione tornano le condizioni migliori per tornare a praticare sport all’aperto… e il climbing non è certo escluso dalla lista. Ma quale abbigliamento scegliere? Semplice, la nuova collezione SS22 di Millet, studiata per rendere ottimale ogni tuo allenamento e non solo!

Paolo Morandi (manager) Emma Vallania (social media manager) e il team di istruttori UrbanWall hanno potuto provare in anteprima qualche capo di questa nuova collezione. Ecco il loro feedback!

Come è andato questo primo periodo di test dei prodotti Millet per il climbing? Quali sono stati i prodotti più apprezzati e perché?

Negli anni abbiamo potuto provare numerosi capi Millet, usandoli tutti i giorni, tutto il giorno. L’elevata qualità, che permane nel tempo, è fuori discussione. Pile (TWEEDY HOODIE e LOKKA HOODIE) e giacca in primaloft sono i capi più apprezzati: garantiscono comfort, calore e praticità nei movimenti, anche quando si indossa l’imbrago.

Emma riconosce nei prodotti Millet anche lo stile ricercato e mai banale, con un occhio di riguardo ai dettagli. Il pantalone con l’elastico alla caviglia, infatti, permette di adattarsi ad ogni statura, senza che vada a finire sotto la scarpetta. Molto apprezzati i pantaloni estivi leggeri e traspirabili, sia il modello lungo che lo short. (MIV9381CAPITAN STRETCH PANT E SHORT)

Cosa significa provare un capo su parete indoor?

In indoor la grande battaglia e l’usura. Battaglia che i capi Millet vincono a mani basse. Elasticità, leggerezza e traspirabilità sono poi tre caratteristiche tecniche che un capo da arrampicata deve avere. Il dettaglio che fa la differenza: la doppia cerniera presente nelle giacche.

Il mondo del climbing sta vivendo una grande fase di crescita, e le palestre sono il primo step per scoprire questo sport. Che rapporto si crea tra istruttore ed allievo climber?

Dopo i due anni di pandemia, il climbing sta vivendo una fase di notevole espansione. Questo ha portato ad un cambio della clientela. UrbanWall, palestra lead con una fascia di clientela dai 30 anni in su, ha ricevuto sempre più iscrizioni da parte di giovani che si approcciano per la prima volta al climbing, e fanno dell’istruttore un punto di riferimento. Trasmettere l’importanza di allenarsi in sicurezza è la priorità per iniziare ad arrampicare. Tra i vari corsi si crea una piccola community dove l’istruttore mantiene il suo ruolo di guida anche quando il climber, una volta diventato autonomo, si affida al maestro per ricevere i migliori consigli tecnici sull’equipaggiamento da acquistare.


Il marchio Millet si lega ad un rapporto speciale con tutte le attività del mondo outdoor, nel rispetto della natura prima di qualsiasi altro risultato. Per il mondo del climbing Millet, dalla primavera 2022 ha intrapreso un’importante scelta sostenibile attraverso il progetto 1% for climbing. Per ogni vendita dal settore dell’arrampicata, l’1% verrà devoluto per garantire il mantenimento e la messa in sicurezza dei percorsi in parete in tutta Europa.

Sei già associato per l’anno in corso?

SI NO